fbpx

È stata presentata ieri, domenica 7 aprile, al Vinitaly l’etichetta voluta dal ministero dell’Ambiente per tracciare la qualità ambientale della filiera e incoraggiare l’eco-sostenibilità del comparto vitivinicolo italiano: si tratta di “VIVA Sustainable Wine”, dove VIVA sta per Valutazione dell’Impatto della Vitivinicoltura sull’Ambiente.

Avviato dal Ministero dell’ambiente nel luglio 2011, il progetto “VIVA Sustainable Wine” ha il duplice scopo di incoraggiare l’eco-sostenibilità del comparto vitivinicolo italiano, tracciando la qualità ambientale della filiera in un’etichetta garantita dal ministero dell’Ambiente; e di accrescere la competitività sul mercato delle aziende del nostro Paese, facendo del vino un ambasciatore nel mondo dello sviluppo sostenibile made in Italy. Il progetto parte dalla profonda convinzione che la filiera del vino rappresenti un settore fondamentale dell’economia italiana, e dalla consapevolezza che la produzione vinicola è riconosciuta come una delle componenti più significative della nostra cultura di gestione e di protezione dell’ambiente rurale e del paesaggio.

Nove aziende del settore (F.lli Gancia & Co, Masi Agricola, Marchesi Antinori, Mastroberardino, Michele Chiarlo, Castello Monte Vibiano Vecchio, Planeta, Tasca d’Almerita e Venica&Venica), grazie all’individuazione di quattro indicatori (aria, acqua, territorio e vigneto), hanno potuto misurare l’impatto della loro produzione in termini di sostenibilità e quindi intraprendere un volontario percorso di miglioramento.

“Una vitivinicoltura sostenibile – spiega il ministro Corrado Clini – si fonda su una corretta gestione della risorse ambientali e umane. Sostenere questo modello di management attraverso programmi concreti di sviluppo sostenibile vuol dire conservare e tutelare la qualità e la produzione di vini tradizionali italiani, e insieme preservare il territorio ed offrire opportunità di valorizzazione e di competitività dei prodotti italiani d’eccellenza sul mercato internazionale”.

I primi risultati di questa iniziativa pilota sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa il 7 aprile al Vinitaly, il salone internazionale del vino e dei distillati in programma a Verona dal 7 al 10 aprile 2013.

 

Per tutte le informazioni sul progetto “VIVA Sustainable Wine” è possibile visitare il sito ufficiale.