fbpx

30 miliardi di Pil entro il 2020 e 500 mila nuovi posti di lavoro: sono questi i numeri del primo Piano strategico per lo sviluppo del turismo, denominato “Italia 2020”, presentato al Consiglio dei Ministri dal ministro per gli Affari regionali, il Turismo e lo Sport, Piero Gnudi.

Era il 6 luglio 1862, quando il primo Parlamento dell’Italia unita emanava la legge che istituiva “una rete di Camere di commercio estesa su tutto il territorio nazionale”. Nel corso degli anni, quella rete si è via via irrobustita, fino a diventare “la casa delle imprese” che oggi ospita più di 6 milioni di aziende.

L’Italia può vantare, a livello internazionale, un’offerta sciistica tra le principali in Europa, sia dal punto di vista del territorio che dei servizi offerti. Tale eccellenza si riscontra tanto a livello paesaggistico – basti pensare ad alcune icone famose in tutto il mondo come il Monte Rosa, il Cervino e le Dolomiti – quanto a livello di attività. Molteplici le opzioni di sport praticabili, a partire dal classico sci da discesa e di fondo, snowbard, sino ad arrivare allo sci alpinismo, eliski, ciaspolate e l’elenco potrebbe sicuramente continuare.

L’Expo 2015 si avvicina, ed è in quest’ottica che si svolgono martedì 22 gennaio 2013 a Milano i “Primi stati generali del Marketing Territoriale”. Nell’auditorium di Palazzo Lombardia, recentemente dedicato alla memoria di Giovanni Testori, verranno dibattute e illustrate le politiche e le strategie di marketing del territorio che la Lombardia sta mettendo in opera in vista dell’obiettivo Expo.

Tempo di neve, tempo di sci. Come ogni inverno, milioni di appassionati si recano nelle località montane di tutto il mondo per solcare le piste con sci o snowboard, per quella che una volta era la settimana bianca, e che negli ultimi anni, complice la crisi economica, si è ridimensionata nella formula del “week end lungo”.

Sinergia, integrazione, condivisione: in una parola sola, “rete”. È questo l’obiettivo di ogni progetto di marketing territoriale: mettere in rete conoscenze e realizzare attraverso di esse idee che migliorino la qualità di vita di una città, cioè rendendola più “smart”, più intelligente. A Ravenna questa ambizione sarà espletata con il progetto MIRA (Marketing Integrato Ravenna), un “sistema intelligente” mirato, appunto, alla gestione della banca dati delle attività produttive presenti sul territorio comunale e alla valorizzazione delle aree idonee alla realizzazione di nuovi insediamenti produttivi.

L’inverno è alle porte, le giornate si fanno più brevi e più fredde e la stagione sciistica è partita. Google pensa ai navigatori (del web) che vivono nell’emisfero boreale, e lancia un nuovo servizio su Google Maps, per tutti gli amanti della montagna.

Questo sito utilizza cookie tecnici che ci consentono di migliorare il servizio per l'utenza. Per ulteriori informazioni leggi la nostra Cookie e Privacy Policy. Leggi di più